E tu quanti contatti tossici hai?

La tipologia di utenti che frequenta i social network è assai variegata. Ognuno di noi tra i suoi amici può facilmente riconoscere l’amico burlone, quello intellettuale, il poeta, lo sportivo, il politico.

Non tutti però sono in grado di riconoscere quelle che Riccardo Scandellari ha brillantemente definito “persone tossiche”.contatto_tossico

Ma chi sono le persone tossiche? Come possiamo riconoscerle? Lo stesso Scandellari nel suo Net Branding, li definisce come:

“quegli utenti che possono condizionarti e trascinarti in una zona grigia che non ti appartierne e che potrà rivelarsi dannosa per te e per chi ti sta attorno.”

Si tratta quindi di contatti pericolosi per il tuo personal brand da evitare il più possibile. Attenzione, non stiamo dicendo si tratti di persone antipatiche. Spesso i contatti tossici hanno un gran numero di amici. Ed è proprio questo elevato seguito che innalza la loro pericolosità. Entrare nel loro vortice polemico potrebbe inimicarvi una marea di persone, danneggiando seriamente la vostra web reputation.

Un contatto tossico usa i social network per parlare male di persone o gruppi. Non perde occasione per rivendicare il proprio carattere forte e poco incline al perdono. Distribuisce sentenze e punizioni.

Ma come fare a sapere se tra i nostri amci si nasconde un contatto tossico? Bisogna provare a stanarlo verificando la sua corrispondenza con questo piccolo identikit.

A. Il contatto tossico è egocentrico.

Il tema principale dei suoi post è sè stesso.

B. Il contatto tossico è vittima.

Capitano tutte a lui. Esterna nei suoi post tutta la sua sfortuna.

C. Il contatto tossico è autoritario.

Non ammette contradditorio. Mai. Tende a ritirarsi dal confronto, chiudendosi a riccio sulle proprie posizioni.

D. Il contatto tossico è geloso.

Zero apprezzamenti ai successi altrui. Più incline al minimizzare che all’enfatizzare.

E. Il contatto tossico è vendicativo.

Promette vendette e punzioni. Raramente lo fa sul serio.

Da questo identikit sappiamo riconoscere un contatto tossico. Quasi sicuramente ognuno di noi può contarne almeno uno nel suo elenco di amici. Il consiglio è quello di limitare al massimo le interazione con tali soggetti. Non lasciare che la loro negatività ti contami. La tua reputazione ne risentirebbe.

Nei social, come nella vita, cerca sempre di circondarti solo di persone solari e positive, che parlano e che sanno ascoltare. Si riveleranno un buon concime per far crescere al meglio te ed il tuo brand.

MarcoTomasone.it

 

 

Lascia un commento