Come preparare contenuti di valore

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Print this pageEmail this to someone

Elaborare contenuti di valore: un possibile schema.

Uno dei passaggi fondamentali per il consolidamento del tuo personal brand è la costruzione di credibilità. Si tratta di un processo lungo e delicato, di estrema importanza nella creazione di quel legame di fiducia essenziale per essere scelti.

Risultare competenti, efficaci e, perché no, essere percepiti come esperti in un determinato ambito è un lavoro meticoloso che può passare attraverso l’utilizzo di svariati canali. Oggi puoi scegliere se comunicare attraverso articoli, video, podcast, libri o conferenze. Quello da cui non puoi prescindere, però, è l’elaborazione di contenuti di valore.

utilità fa rima con credibilità

Lo so cosa stai pensando: “Marco, anche tu ci fai il sermone trito e ritrito sui contenuti di valore! Ma anche no!”. Non posso biasimarti. Oggi tutti parlano dei contenuti di qualità e della loro importanza, ma in pochi si preoccupano di spiegare come elaborarli.

Comunicare attraverso contributi che possano risolvere problemi al tuo pubblico è la chiave per crearsi una credibilità solida ed inattaccabile.

contenuto o cliente?

Avrai sicuramente sentito centinaia di volte il detto “Content is king”. Il contenuto è il re. Questa frase, pronunciata da Bill Gates per la prima volta nel 1996, ha condizionato gli ultimi venti anni della comunicazione sul web. I contenuti stimolavano gli investitori, davano spessore, generavano visite e facevano scalare posizioni nei motori di ricerca. L’importante era produrre. Riempire sezioni e segmenti di mercato. Tutto vero, tutto giusto. O quasi.

Ad essere sinceri il motto “content is king” non mi ha mai convinto del tutto. Mi è sembrato sempre fermo ad una visione unidirezionale della comunicazione. Una visione che non tiene conto delle reali necessità dell’utente finale. Per questo preferisco la variante “customer is king”. Il cliente è il re.

Perché se un contenuto è sovrano lo decide il cliente. E lo decide solo ed esclusivamente attraverso mere valutazioni di utilità.

 

la ricetta per i contenuti di valore

Ma come si creano contenuti di valore? Un contenuto che risponda a reali necessità ed arrechi beneficio? Non so quante volte mi hanno posto questa domanda. Evidentemente non a sufficienza visto che solo oggi ho deciso di scrivere questo articolo per darti la mia “ricetta” su come realizzare contenuti di valore.

Sia chiaro non è “il” metodo definitivo. Si tratta semplicemente di un canovaccio che declina, a livello redazionale, i criteri di definizione della strategia di personal branding.

L’elaborazione di contenuti di qualità deve partire dalla seguente considerazione:

» 1. Molti dei miei clienti hanno un problema con …

Individua uno dei problemi più comuni e fastidiosi per il tuo target. Spiegalo dettagliatamente. Ovviamente non deve essere qualcosa di già dibattuto. Per intenderci deve essere una questione che nemmeno l’oracolo Aranzulla ha mai affrontato.

» 2. Questo problema comporta …

Illustra tutte le conseguenze negative che la mancata soluzione di questo problema rappresenta per il tuo target.

» 3. Quindi quello che ti consiglio è …

Spiega come hai pensato di risolvere concretamente il problema. Argomenta per bene la o le possibili soluzioni alla questione. Non lesinare sui dettagli. Devi essere quanto più specifico possibile.

» 4. E questo per te vuol dire …

Stai apportando valore. Evidenza tutti i benefici che la tua soluzione al problema comporta. È qui che ti stai rendendo utile, che stai gettando le basi per la costruzione di un legame di fiducia con il cliente.

Ricapitolando:

1. Molti dei miei clienti hanno un problema con… → Introduci e spiega il problema. 

2. Il che vuol dire… → Illustra tutte le conseguenze negative che la cosa implica.

3. Quindi quello che ti consiglio è… → Spiega come hai pensato di risolvere il problema.

4. E questo per te significa…→ Illustra i benefici che la tua soluzione comporta.

Seguendo questo schema risulterai sempre interessante. Migliorerai la tua reputazione cementando costantemente la tua credibilità.

Ed ora dimmi se hai trovato utile questo articolo. Se la risposta è affermativa (e magari vorrai condividerlo) non posso che esserne felice. In caso contrario non succederà nulla di grave. Da domani cambierò semplicemente mestiere. Bella responsabilità, vero?

 

 Marco Tomasone

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Print this pageEmail this to someone

Lascia un commento